Annunci Lavoro Formazione

Buoni Voucher per il Lavoro Occasionale

News: arrivano i Buoni Lavoro (Voucher) per quanto concerne il Lavoro Occasionale Accessorio.

Con i nuovi Buoni sono garantite al lavoratore la copertura previdenziale presso l’INPS e quella assicurativa presso l’INAIL.

Il prestatore d’opera può integrare le sue entrate attraverso il compenso derivante dalle prestazioni occasionali. Tali compensi sono esenti dall’imposizione fiscale e non incidono sullo stato di disoccupato o inoccupato.

L’attività lavorativa di natura occasionale accessoria non deve dare luogo a compensi superiori a 5.000 euro, nel corso di un anno solare, da parte di ciascun singolo committente.

Nel caso di impresa familiare, le prestazioni di lavoro accessorio non possono superare un importo complessivo di 10.000 euro, per anno fiscale.

Le nuove disposizioni consentono di regolamentare in modo agevole e con semplicita’ le seguenti attivita’:

- Lavori domestici

- Lavori di giardinaggio

- Ripetizioni private 

- Attivita’ lavorative di giovani studenti in vacanza

- Attivita’ lavorativa di pensionati

- Attivita’ in qualsiasi settore produttivo, in via sperimentale per il 2009, da parte di percettori di prestazioni integrative del salario o con sostegno al reddito, compatibilmente con quanto stabilito dall’art. 19, c. 10 della L. 2/2009

Il pagamento delle prestazioni di lavoro occasionale accessorio avviene attraverso il meccanismo dei ‘buoni’, il cui valore nominale è pari a 10,00 euro.

E’ inoltre disponibile un buono ‘multiplo’, del valore di 50 euro equivalente a cinque buoni non separabili.

Il valore nominale è comprensivo della contribuzione (pari al 13%) a favore della gestione separata INPS, che viene accreditata sulla posizione individuale contributiva del prestatore; di quella in favore dell’INAIL per l’assicurazione anti-infortuni (7%) e di un compenso al concessionario (Inps), per la gestione del servizio, pari al 5%.

Il valore netto del voucher da 10 euro nominali, cioè il corrispettivo netto della prestazione, in favore del prestatore, è quindi pari a 7,50 euro. Il valore netto del buono ‘multiplo’ da 50 euro, cioè il corrispettivo netto della prestazione, in favore del lavoratore, è quindi pari a 37,50 euro

L’acquisto dei buoni-lavoro può avvenire mediante due procedure:

la procedura cartacea
la procedura telematica sul sito dell’Inps

La riscossione dei buoni cartacei da parte dei prestatori/lavoratori può avvenire presso tutti gli uffici postali sul territorio nazionale.

Per ulteriori informazioni sulla normativa, visitare il sito web: www.inps.it

Se vuoi essere sempre aggiornato attraverso i nostri articoli iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter!

Condividi l'articolo su:   Facebook Twitter   OkNotizie Segnalo! DiggIta    Del.icio.us Technorati StumbleUpon   Google Bookmarks Yahoo MyWeb    Email

Scrivi un Commento

Nota: Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione prima di essere pubblicati.